I Consigli di Afrodite LaCuky

IMPARIAMO A LEGGERE L’INCI

leggere INCI
Nello stile di mammeconstile

Qualche giorno fa ho partecipato ad una serata informativa organizzata dalle ragazze di Afrodite e da Monica, referente dei prodotti Naturalmente e durante il quale abbiamo parlato a lungo di INCI e di come imparare a leggere i componenti dei prodotti che quotidianamente utilizziamo per il benessere della nostra pelle.

leggere INCI leggere INCI

 

Cos’è l’INCI

L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è la nomenclatura che viene utilizzata dalle aziende cosmetiche a livello internazionale e che serve a decifrare i componenti presenti all’interno di ogni singolo prodotto.

Dal 1997, le aziende cosmetiche, per legge, sono obbligate a riportare sulla confezione l’elenco degli ingredienti in esso contenuti.

leggere INCI

 

“Regole di lettura” dell’INCI

La prima regola riguarda l’ordine in cui gli ingredienti sono presentati in etichetta. I primi che si trovano sull’elenco, sono quelli presenti in quantità maggiore all’interno del prodotto.

Solitamente il primo ingrediente è l’acqua, il secondo un emolliente (come ad esempio la glicerina) e di seguito i principi attivi. Se, ad esempio, un prodotto è a base di olio di argan, questo elemento deve trovarsi al 3° o al massimo al 4° posto dell’elenco.

La seconda regola riguarda il linguaggio utilizzato per denominare gli ingredienti presenti. Quando le sostanze sono denominate in latino, significa che esse sono state inserite nel prodotto esattamente come si trovano in natura, senza modificazioni chimiche.

Nei prodotti per l’igiene del corpo il più possibile rispettosi dell’ambiente, saranno costituiti da una grande quantità di estratti naturali ed essi saranno indicati con un asterisco e con la dicitura di provenienza da agricoltura biologica.

Nel caso di creme per il corpo e per il viso, il cosmetico a base vegetale sarà costituito da ingredienti di origine naturale, come oli e burri, indicati in latino.

Quando un cosmetico è (realmente) BIO

Un cosmetico è considerato BIO, quando l’acqua, gli oli essenziali e gli estratti vegetali costituiscono almento il 95% della composizione e devono provenire da agricoltura biologica.

Il restante 5% deve essere “pulito” e cioè privo di solventi o sostanze sconosciuto e non alterato dalla conservazione.

Leggere l’INCI equivale a prenderci cura di noi stesse in maniera consapevole e ci aiuta a scegliere prodotti che nutrono ed idratano la nostra pelle, anzichè danneggiarla a lungo termine.

L’utilizzo prolungato di prodotti non adatti alla nostra pelle può provocare, alla lunga allergie, brufoli, comedoni e malattie della pelle.

Così, armiamoci di pazienza e, quando andiamo a comprare per la nostra routine di bellezza, fermiamoci un minuto e leggiamo l’etichetta.

E’ per la nostra salute.

Rispondi