LaCuky LifeMUMstyle

HO CERCATO DI RINCORRERE IL MODELLO DI MAMMA PERFETTA..

mamme-perfette
Nello stile di mammeconstile

E che grande perdita di tempo per un ideale che…semplicemente non esiste! E quanti sensi di colpa provati inutilmente.

Questo accade tutte le volte che, detto un po’ brutalmente, “entriamo in un ruolo” e dobbiamo “misurarci con la società”. Con gli altri.

Prima di rimanere incinta e per tutto il periodo della gravidanza, ero piena di “buoni propositi” e, col tempo, mi sono chiesta chi avesse definito tali propositi BUONI. Perchè quei famosi buoni propositi sono a tratti ingannevoli, irraggiungibili e in molti casi inutili.

pink-check-list

Source: coastalgeorgia.info-komen.org

Ci sono concetti triti e ritriti legati al mondo della maternità conditi da ideali di perfezione che, se non vengono interpretati o elaborati correttamente, nel momento in cui una mamma si trova ad affrontarli e a non viverli così come le sono stati imposti, possono dare luogo a vissuti di sofferenza davvero difficili da elaborare.

Ecco allora che chi non ha allattato al seno, chi non ha partorito “naturalmente” (fate poi attenzione al concetto di parto naturale perchè un parto indotto già non lo è più), chi rientra al lavoro presto (ma poi…presto per chi??), chi non compra bio, chi non manda i figli al nido o chi li manda (questa non l’ho mai capita, giuro), chi non li indirizza sin dalla tenera età alla religione cattolica, chi non dà le sculacciate e chi le dà, chi sta troppo poco con i propri figli perchè torna tardi dal lavoro e chi ci sta troppo e quindi li vizia, chi non va mai al parchetto o all’oratorio, chi non li copre abbastanza e chi li copre troppo, chi ha deciso di stare a casa e chi ha deciso di non farlo, chi beve un bicchiere di vino perchè così si rilassa, chi fuma una sigaretta perchè così si rilassa, chi non disinfetta tutto il disinfettabile con l’amuchina, chi non usa i pannolini lavabili e chi li usa, chi dà l’antibiotico e la tachipirina e chi decide che le medicine ai propri figli non le vuole dare, chi vaccina e chi no e chi potrei continuare all’infinito, E’ UNA MAMMA DEGENERE, O QUANTOMENO IMPERFETTA. E quindi criticabile.

Vedete su quanti punti ci hanno reso attaccabili? Praticamente su tutto!

mamme-perfette

pinterest.com

La verità è che oggi sulle mamme (sulle donne in generale in realtà), c’è una enorme pressione sociale fatta di pretesti per attaccare, di luoghi comuni, di paragoni e di paradossi. E la mia dura verità è che io in questa trappola sociale ci sono caduta svariate volte e ho sofferto perchè mi sono sentita frustrata e non all’altezza del “ruolo” di mamma.

Poi ho improvvisamente capito che la mamma perfetta non esiste, che è solo un prodotto della società. I nostri figli, per fortuna, ci amano incondizionatamente e tanto.

Allora ho smesso di rincorrere l’ideale della mamma perfetta e mi sono accettata semplicemente come mamma Elisa con la mia personalità, i miei pregi e i miei difetti.

E ho smesso di rincorrere, perchè, dopotutto, non si può raggiungere ciò che non esiste.

il-vero-io-e-quello-che-tu-sei-non-quello-che-hanno-fatto-di-te

A presto,

LaCuky

Rispondi