Cuore di mamma LaCuky LifeMUMstyle

COME EDUCARE I BAMBINI A MANGIARE DA SOLI IN 10 CONSIGLI. DA “IL LINGUAGGIO SEGRETO DEI BAMBINI” DI TRACY HOGG

il linguaggio segreto dei bambini
Nello stile di mammeconstile

Tracy Hogg, infermiera inglese specializzata in puericultura, secondo me ha lasciato in eredità alle mamme e ai papà un tesoretto di consigli che, in momenti di difficoltà possono esserci davvero d’aiuto.

Oggi voglio condividere con voi la mia esperienza con il cibo e l’alimentazione di Giada (ad oggi 16 mesi di bambina).

Non so voi, ma alcuni giorni far mangiare mia figlia diventa davvero un’impresa!! Complice anche il fatto che questo inverno per noi è stato davvero lungo e ci siamo ammalate (entrambe) spesso. E quando Giada si ammala, la prima cosa che salta è il cibo!

Io mi appoggio tantissimo ai libri di Tracy Hogg perchè li trovo pieni di spunti e di consigli che, una volta seguiti, possono davvero migliorare la nostra quotidianità. E anche la nostra serenità. E di conseguenza anche la nostra salute mentale.

Oggi ho deciso di condividere con voi alcuni consigli e che credo possano essere d’aiuto a qualche genitore che, come me, vive il momento del pasto con un po’ d’ansia.

E’ importante creare un’atmosfera rilassata quando ci si siede a tavola. Ricordiamoci che i bambini assimilano tutti i nostri stai d’animo. Non costringiamoli a mangiare quando non se la sentono più, perchè questo nostro atteggiamento potrebbe creare in futuro, nel bambino, un approccio negativo verso il cibo.

E’ molto probabile che, se noi siamo stati schizzinosi durante l’infanzia, anche i nostri figli lo siano. Natura insegna. Non stupiamoci.

Sviluppiamo l’autonomia alimentare dei nostri bimbi. Quando iniziano a prendere in mano il cucchiaino e la forchetta, incoraggiamoli. Piuttosto mettiamo un giornale o una cerata per terra, in modo che i pezzetti di cibo non volno per tutta la casa!!

Incoraggiamoli a mangiare da soli. Sistemiamo il cibo in modo “simpatico” nel piatto (come ad esempio a formare una faccia). Rendiamo divertente il pasto.

Anche se per noi non è ora di cena, sediamoci con loro e consumiamo uno spuntino.

Non riempiamo troppo il piatto. Poche cosine. Al massimo aggiungiamo dopo.

Muniamoci di 4 cucchiai. Due per noi e due per loro, per farli sperimentare.

Serviamo sembre cibo da prendere con le manine. In questo modo si sentiranno “grandi”.

Allontaniamo i giochi quando mangiamo. C’è un momento per tutto.

Lodare quando i bambini fanno bene.

Buon appetito a tutti (e soprattutto ai nostri bimbi)!!

Bimbo che mangia

A presto,

LaCuky

Rispondi